Il report di Praedetor 4: Belluardo domina nel main event

Posted by

Sabato sera si è svolto a Trezzo sull’Adda la quarta edizione del Praedator, evento organizzato da Team Stabile che ha visto la presenza di 11 incontri dilettanti e 9 pro.

Questo il report di Praedator 4, mentre qui ci sono i risultati

In questo evento si sono viste cose positive e dettagli da migliorare per cercare di rendere più fruibile possibile lo spettacolo ad un pubblico numeroso, partecipe e interessato, ma che si è arreso per la lunghezza della serata.

L’aspetto negativo, senza dubbio, è la lunghezza complessiva dell’evento terminato dopo l’una. La partenza, causata dalla mancanza della documentazione obbligatoria e completa di alcuni atleti dilettanti, non è da attribuire agli organizzatori, ma ha causato un ritardo che in molti non hanno compreso. In più la pausa tra le due card non ha aiutato, così come la pole dance (senza dubbio apprezzabile, ma sfortunatamente arrivata troppo avanti nella serata) che ha spezzato il ritmo degli incontri pro.

Peccato perché, a dispetto di una card apparentemente debole, i match si sono dimostrati nel complesso interessanti con punte importanti raggiunte da Walter Cogliandro-Thomas Valli, indubbiamente il Fight of The Night e Luca Della Latta contro Luca Vitali. Non parliamo di una card di altissimo livello, ma solida in molti incontri.

Anche i dilettanti hanno riservato un buon spettacolo nel complesso, con parecchie e belle finalizzazioni.

I match

Parlando della card pro, l’evento si è aperto con il match tra Marco Esposito vs Thomas La Mantia che dopo un primo round non esaltante, sono riusciti ad alzare il livello durante tutta la durata dell’incontro, anche se l’incontro giustamente è andato a Esposito.

Paolo Zorzi contro Simone Tosatto è il match che tutti ci aspettavamo: facile vittoria per Zorzi che ha vissuto solo un momento di relativa difficoltà a terra. Tosatto ha resistito ai primi colpi ma non è riuscito a concretizzare una situazione di vantaggio e ha ceduto la vittoria nel primo round.

La sorpresa della serata, nonostante il risultato negativo, è stata la prestazione di Stefano Tiengo: Gregorio Davide La Torre ha dovuto sudare un round nel quale ha resistito ai molti calci bassi e qualche colpo d’incontro. Nel secondo l’atleta dello Stabile Fight Team ha portato a terra l’avversario vincendo per ground and pound dopo aver preso la schiena.

Walter Cogliandro vs Thomas Valli è stato senza dubbio il match della serata. Valli, rientrato dopo periodo di assenza, ha dimostrato di poter tenere testa ad un lanciatissimo Cogliandro, il quale con un ribaltamento spettacolare nel primo round e dei tentativi di sottomissione difficili ha esaltato i presenti. Vittoria meritata per membro di Italian Top Fighters Management che ora aspetta un top di categoria, per la definitiva esplosione.

Anche Luca Vitali e Luca Della Latta hanno dato vita ad un bell’incontro terminato al terzo round. Dal secondo round in poi Della Latta ha combattuto con un occhio chiuso per i colpi subiti. Dopo un iniziale equilibrio Vitali ha cominciato a controllare meglio il match, nonostante la resistenza di Della Lotta. L’incontro finito per sottomissione in favore di Vitali ha dimostrato il valore di questo ragazzo salito a 10 vittorie.

Andrea Fusi contro Matteo Capaccioli è stato un incontro dominato dal tatticismo piuttosto che dallo spettacolo. Fusi ha subito cercato di accorciare la distanza cercando nella lotta a parete di avere un vantaggio. Dopo i primi due round andati a mio parere a Fusi, il terzo è stato controllato da Capaccioli, che ha gestito meglio le fasi di striking. Non una prova brillantissima per Fusi, mentre nonostante la sconfitta, Capaccioli si è dimostrato un fighter solido.

Rafael Torres è tornato e lo ha fatto in grande stile impartendo a tifosi e a Sheval Elezi, una lezione di altissimo livello di BJJ. Elezi ha provato a tenere l’incontro in piedi, ma  quando Torres è riuscito nel takedown non c’è stata più partita: il BJJ asfissiante su Elizi si è concretizzato in una sottomissione al primo round. Vani i tentativi di resistere da parte del macedone che ha ceduto per rear-naked choke.

Co-main event

Matteo Riccetti contro Felipe Nicolau Dos Santos è stato un match a senso unico vinto dopo pochi secondi nel primo round. L’unico augurio è quello di trovare a Riccetti un avversario importante capace di testarlo veramente. Niculau Dos Santos è un rimpiazzo dell’ultimo minuto proprio per questo spero di vedere Riccetto presto di nuovo, nell’ottagono.

Main event

C’è poco da dire riguardo l’incontro tra Danilo Belluardo e Ciro Ruotolo, main event della serata: dopo i primi scambi l’incontro è andato a terra con Belluardo che ha ribaltato la posizione portandosi in monta e finalizzando l’avversario. Vittoria importante per Belluardo che porta la propria striscia positiva a 2, in attesa dei prossimi incontri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *