Ritorna Venator 4: svelati i primi 8 incontri

Posted by

Con una conferenza stampa svoltasi a Milano, Frank Merenda, presidente di Venator FC ha annunciato il nuovo corso della promotion, parlando di importanti collaborazioni e svelando parte della card di Venator 4.

Obiettivi.

Per prima cosa Merenda ha voluto chiarire gli obiettivi di Venator:

Venator è nata come una zona franca nella quale gli atleti potevano combattere tranquillamente senza l’ansia di andare in casa di questo o quell’atleta. La filosofia è questa, quello che è apprezzato di noi soprattutto all’estero è che siamo indipendenti.

L’evento si svolgerà il 5 maggio al Fabrique di Milano, in concomitanza con un altro evento l’IFC 3, che si svolgerà anch’esso a Milano. A proposito Merenda ha spiegato così la cosa:

Avevamo prima scelto il 21 di aprile ma per una serie di motivi non legati a noi abbiamo dovuto cambiare la data. So che si accavalla con un altro evento ma faremo in modo che sia l’ultima volta.

L’evento verrà trasmesso allo stesso modo di Venator 3, con una copertura internazionale e sarà commentato da Luke Barnatt, che verrà affiancato con ogni probabilità da John Morgan, giornalista di MMA Junkie.

Sono molte le novità rispetto al passato, innanzitutto perché Frank Merenda ha parlato di importanti collaborazioni, con il Team Nogueira per quanto riguarda i lottatori dal Brasile e sono stati confermati Marc Goddard e Rich Mitchel come arbitri per supervisionare il lavoro di arbitri e giudici.

Il cambiamento più importante riguarda i match titolati: da 5 round diventeranno tre round, perché non tutti gli atleti in Italia fanno i lottatori di MMA come primo lavoro e quindi per cercare di preservarli da preparare match troppo impegnativi. Confermata la presenza fissa di una pre-card con match dilettantistici gestiti dalla FIGMMA (la Federazione Italiana Grappling ed MMA affiliata FIJLKAM). Come al solito, la politica anti-doping al primo posto, severi i controlli anche pre-match che, oltre alla squalifica nel caso di positività, porterebbero anche a un’ammenda.

Infine Merenda ha parlato dei prossimi Venator:

Costanza. Un evento ogni 6 mesi, in modo tale da rendere le cinture sempre attive e dare la possibilità alle altre promotion di mettere in mostra atleti che vogliono arrivare ad un gradino più alto e che noi ora non possiamo far combattere.

Ad affiancare la card tra i professionisti ci sarà, come sempre nelle ultime uscite Venator, anche quella dei dilettanti che verrà curata da Simone Stabile.

Questi i match annunciati durante la conferenza stampa:

  • Per il titolo dei pesi medi: Mattia Schiavolin (14-2-2) vs. Jonas Billstein (19-5)
  • Per il titolo dei pesi welter: Felipe Nilo (6-1) vs. Roberto Rigamonti (4-2-1)
  • Per il titolo dei pesi leggeri: Ivan Musardo (25-11) vs. Leonardo Zecchi (14-9)
  • Per il titolo dei pesi piuma: Federico Mini (6-0-1) vs. Emrah Sonmez (8-1)
  • Gianmarco Romeo (5-2) vs. Danilo Belluardo (7-3)
  • Rafael Torres (9-3) vs. Paata Tschapelia (7-2)
  • Mike Ekundayo (4-0) vs. Davide Baneschi (10-6)
  • Antonio Rodrigues (5-4) vs. Luca Puggioni (12-12-1)

La particolarità della card è il match per il titolo per i pesi medi tra Mattia Schiavolin e Jonas Billstein. Infatti nell’ultimo Venator Kingdom 2, Pietro Penini ha sconfitto, al primo round Cristian Magro, diventando il nuovo campione dei pesi medi, lasciato vacante dopo il passaggio ai pesi massimi leggeri di Luke Barnatt.

Merenda ha inquadrato la cosa nella logica di un diverso tipo di matchmaking:

C’è una differenza importante di livello. Pietro ha vinto in maniera spettacolare ed è legittimamente campione di Venator. In questo momento il livello di Billstein e Schiavolin è quello che noi riteniamo “internazionale”. Pietro non era a disposizione e non voglio spogliarlo del titolo. Penini è titolare del “titolo italiano”, se vuole ad ottobre il vincitore me lo può dire. Ma in generale ci sarà sempre un livello internazionale e uno italiano. Questo sarà un nuovo titolo e ci sarà modo di unificarlo se il “campione italiano” vorrà riunificarlo.

Ecco la diretta con la conferenza stampa completa:

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *