John Danaher: Che cosa sono le MMA?

Sarà senz’altro capitato a tutti almeno una volta di dover spiegare a qualche amico o conoscente neofita, quindi completamente digiuno della materia, che cosa siano le Arti Marziali Miste.

In occasioni future vi consiglio di rifarvi a questo quintessenziale bignami, gentilmente offerto la scorsa notte dal coach neozelandese John Danaher sul proprio account Instagram e Facebook.

L’allievo di Renzo Gracie, nonché allenatore tra gli altri di Georges St-Pierre, Garry Tonon, Gordon Ryan ed Eddie Cummings (conosciuti tra gli appassionati di BJJ come la Danaher Death Squad, a.k.a. DSS) ha così sintetizzato elegantemente la sostanza delle MMA.

Una teoria sulle arti maziali miste: Per lungo tempo lo sport delle MMA è stato erroneamente descritto come uno sport eclettico. Un mezzo di combattimento che è una mescolanza di varie arti marziali sportive come boxe occidentale, Muay Thai, lotta, jiu jitsu e altri. Questo è vedere le MMA come un patchwork di vari stili cuciti insieme. Un modo molto migliore per capirlo è vederlo come quattro distinti gruppi di abilità.

  • Shoot fighting: l’abilità di colpire ed atterrare in posizione aperta.
  • Clinch fighting: l’abilità di colpire ed atterrare mentre si è chiuso in posizione di clinch in piedi.
  • Fence fighting: l’abilità di colpire ed atterrare mentre si è appoggiati a parete
  • Grapple fighting: l’abilità di colpire, cambiare posizione e sottomettere mentre si è a terra.

Ciascuno di questi gruppi di abilità deriva gran parte del suo contenuto da varie arti marziali sportive. 

Ad esempio, il combattimento a terra prende in prestito molto dal jiu jitsu e dalla lotta, insieme alla tecnica per colpire che può essere derivata dalla Muay Thai e dal pugilato.

È fondamentale capire, tuttavia, l’abilità del combattimento a terra nelle MMA TRASCENDE le varie arti marziali che costituiscono la sua base. Tirare gomitate e pugni a terra è un’azione molto differente dal farlo in posizione eretta e di clinch, quindi i pugni e la strategia di attacco della boxe e della Muay Thai devono essere fortemente modificati. Le sottomissioni possono essere derivate dal BJJ, ma applicarle in un contesto di MMA richiederà ampie modifiche.

UNA VOLTA CHE INIZIATE AD AGGIUNGERE NUOVE ARTI ED ABILITÀ, L’INSIEME DI ABILITÀ GENERALI CHE PRATICATE CAMBIA DRASTICAMENTE, FINO A DIVENTARE UNA NUOVA ABILITÀ AUTONOMA CHE TRASCENDE LE SUE VARIE ABILITÀ CONTROLLATE E ALLA FINE È ABBASTANZA DISTINTO DA LORO.

Questo è vero in tutte e quattro le fondamentali aree di abilità delle MMA. Una volta compreso, vedrete le MMA per quello che sono – UN’ARTE MARZIALE AUTONOMA COMPOSTA DA 4 SERIE DI ABILITÀ PRINCIPALI, OGNUNA DELLE QUALI È PESANTEMENTE INFLUENZATA DA – RESTANDO COMUNQUE DISTINTA – LE VARIE ARTI CHE LA COMPONGONO.

Ciascuno dei quattro gruppi di abilità trascende e si distingue dalle varie arti che formano le sue fondamenta. Ottenere questa visione delle MMA aiuterà i nuovi appassionati dello sport a capire le sfumature dell’azione e ad apprezzare tutti e quattro i settori di questo sport.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *