Darren Till – Il predestinato

Darren Tll è la punta di diamante di una generazione di fighter europei che sta facendo strada.

Quando nel Febbraio 2016 stilai una prima lista di prospetti da tenere d’occhio in quella che diverrà poi una rubrica ad essi dedicata chiamata Il futuro nei loro pugni Darren Till (insieme a Kamaru Usman) ne rappresentava la punta di diamante e lo descrivevo così:

“ha una guardia bassa, aperta e laterale che si concilia benissimo con il suo gioco di gambe e con quella costante ricerca del check con la mano destra  ricorda un po’ quella di Conor McGregor. (…). Alla canonica domanda che l’UFC pone ai suoi atleti, ovvero quale sia il loro idolo, Darren Till ha avuto una risposta molto semplice: se stesso. Personalità e talento sono presenti in dosi abbondanti nel ragazzo di Liverpool, saprà tradurli in risultati importanti? Io sono pronto scommettere su di lui.

La vittoria della scorsa notte contro Donald Cerrone ha consacrato definitivamente il ragazzo di Liverpool come uno dei migliori talenti della nuova generazione, la sua prestazione è stata semplicemente perfetta, ha messo costantemente sotto pressione Cerrone  non concedendogli mai  i suoi spazi vitali, incalzandolo e tagliando senza tregua la distanza per poi colpire con precisione o arretrare rapidamente e con tempismo sulle timide offensive del Cowboy.

Till aveva ostentato sicurezza prima del match dicendo che molto prevedibilmente Cerrone avrebbe tentato di portarlo a terra essendo troppo vecchio e piccolo per poter scambiare con lui. Non aveva torto, infatti Cerrone cerca subito l’atterramento, ma Till è bravissimo ad eluderlo.

 donald cerrone darren till mmatalks mma talks GIF

Una volta difeso il takedown il gameplan di Cerrone ha iniziato a scricchiolare, è stato costretto a scambiare e non è sembrato molto a proprio agio, ma non soltanto per demeriti propri.

Till ha infatti una fluidità di movimenti straordinaria, appare sempre molto rilassato, il check che con ossessività sonda le distanze dà la percezione di imminente pericolo, non prolunga mai eccessivamente le combinazioni e non si scompone, è sempre pronto a schivare inarcando la schiena o balzando all’indietro piuttosto che eludere i colpi alzando la guardia perchè il suo footwork è fantastico, il suo grappling è finalizzato principalmente a far confluire in piedi il match e in tutte queste caratteristiche ricorda da vicino  Conor McGregor dal quale è accomunato anche dalla guardia mancina, con la differenza che, come vedremo, lo stile di Till attinge molto di più da una Muay Thai di altissimo livello e verte maggiormente sull’efficacia dei calci e sulla potenza del suo ground and pound.

 till cerrone mmatalks darren till GIF

E’ rapidissimo ad incrociare Cerrone con un colpo d’incontro sul suo Leg kick

E’ molto vario nello striking e qui lo vediamo alternare il jab al montante, la posizione iniziale delle mani gli permette di sfruttare traiettorie anomale per i suoi colpi  rendendoli ancor più imprevedibili, ma a sorprendere è soprattutto la velocità e la millimetrica precisione con la quale va a bersaglio.

E’ però sempre con il mancino che fa le cose migliori, sceglie sempre bene il tempo dell’esecuzione e il suo diretto arriva a velocità pazzesche.

 mmatalks darren till GIF

Il diretto sinistro che s’infrange sul volto di Ayari

Se è difficile da limitare quando attacca, non è più semplice rispondere ai suoi colpi in quanto si espone poco quando li effettua, ma sa reagire benissimo grazie ad un counterstiking di altissimo livello quando è l’avversario ad offendere e lo abbiamo visto anche contro Cerrone, in particolare quando quest’ultimo cercava di colpire con i leg kick e Till lo incrociava puntualmente.

 mmatalks GIF

Il suo counterstriking è eccezionale, qui con il gomito mancino su Dalby

Utilizza alla perfezione i calci avendo un background importante anche a livello di Kickboxing, potenti e spesso direzionatati al corpo, li abbiamo visti poco contro Cowboy, ma li aveva mostrati con straordinaria efficacia contro Wendell de Oliveira Marques .

 till darren till mmatalks GIFQui i potenti body kick ai danni di Oliveira nel match d’esordio

Sempre nel match di esordio aveva fatto vedere di poter essere straripante anche in ground and pound con delle gomitate davvero spaventose con le quali chiuse l’incontro, è una cintura viola di BJJ, ma in generale ha un ottima predisposizione alla lotta, anche se ha sofferto nella terza ripresa contro Nicolas Dalby concedendogli quel 10-8 che gli permise di pareggiare l’incontro. Fu soprattutto una questione di cardio, ma è chiaro che se c’è un aspetto nel quale può evolversi è proprio nelle fasi schiena a terra.

 mmatalks GIF

Il ground and pound devastnte grazie al quale ha finalizzato Oliveira

Il ground and pound è infatti una qualità da non sottovalutare in Till che lo ha già mostrato diverse volte da quando è in UFC, appena l’avversario si trova schiena a terra l’inglese sfoga tutta la sua irruenza e la violenza delle sue gomitate.

 mmatalks GIF

Ancora le gomitate di Till dalla posizione dominante

Le gomitate di Till, oltre ad essere pericolose nelle fasi di ground game, sanno esserlo ancor di più nelle fasi in piedi. Ha un tempismo pazzesco nell’esecuzione l’inglese, spesso le usa per penetrare la guardia avversaria e riesce ad imprimere una forza d’impatto eccezionale.

 mmatalks darren till GIF

Qui sfonda la guardia di Bojan Velickovic e va a colpire con una gomitata impressionate

E’ stata proprio una gomitata dallo stand up a stordire in modo quasi definitivo Donald Cerrone nel loro ultimo match, l’esecuzione è improvvisa, Till accorcia e al momento propizio va ad impattare. E’ un gesto raro nelle MMA, pochi hanno saputo essere efficaci con le gomitate in piedi a questo livello (il migliore in questo è stato con ogni probabilità Jon Jones) eppure Till ci prova spesso e quasi sempre va a bersaglio.

 mmatalks mma talks GIF

La gomitata di Till ai danni di Cerrone

Quello appena descritto è l’identikit di un campione, Till ha tutto infatti per esserlo: uno stile all’avanguardia, uno striking solido, tecnico, imprevedibile, un grappling difensivo che gli permette di far confluire il match nella fase di striking (una caratteristica che accomuna diversi campioni di nuova generazione come Garbrandt, McGregor, Jedrzejczyk), ma anche wrestling, ground and pound, un footwork, verticale e reattivo davvero fantastico e infine quel killer istinct che spesso contraddistingue i più grandi.

Già nel match contro Bojan Velickovic Till aveva dato conferme importanti, si trovava di fronte un fighter di alto livello e molto completo ed è riuscito a dominarlo in tutte le fasi del combattimento.

Il match integrale fra Darren Till e Bojan Velickovic dove l’inglese ha dato conferme davvero importanti.

Nel match contro Donald Cerrone però Till ha palesato in modo definitivo il suo valore, se a 24 anni tratti in quel modo un combattente esperto e valido come il Cowboy significa che le tue qualità non possono più essere messe in discussione, Darren Till è diventato ufficialmente un fighter d’élite nel panorama mondiale.

Ma non è soltanto questo che rende ai miei occhi tanto grandi le sue ambizioni. C’è dell’altro ed è un qualcosa che va oltre gli aspetti tecnici, un qualcosa che il ragazzo di Liverpool ha dentro, un misto di presunzione e consapevolezza, una sfrontatezza endemica e una forza mentale inesauribile che forse provengono dal suo passato tragico e burrascoso, un passato che lo ha costretto a scappare dalla sua città natia a soli 19 anni per trasferirsi in Brasile, dopo essere andato a qualche centimetro dal perdere la vita in una rissa e se questa è stata la sua educazione sentimentale allora mi viene facile credere che anche la sua tempra morale sarà all’altezza del suo talento.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *