Venator Fight Night Rimini: tutti i risultati in diretta

Posted by

A Venator Fight Night di Rimini, MMA Talks vi aggiorna con i risultati in diretta

Si è conclusa la card di Venator Fight Night, questi i risultati:

Titolo pesi leggeri (155 lbs): Leonardo Zecchi b. Ivan Musardo a 1:35 del terzo round per TKO infortunio

Primo round: Round che si sviluppa a parete per gran parte della sua durata, Musardo controlla la situazione e alla fine del round i due scambiano.
Secondo round: Musardo è più efficace nello striking e colpisce a più riprese Zecchi. Il campione però rimane composto e prova a reagire. La seconda ripresa è comunque di Musardo che è andato a bersaglio con maggiore frequenza.
Terzo round: Match sempre interessante, che però si deve fermare per un infortunio alla mano di Zecchi.

Titolo pesi piuma (145 lbs): Federico Mini b. Gregorio Davide La Torre a 2:26 del 1o round per TKO

Primo round: Inizio fatto di scambi. Mini, a metà del primo round conquista la vittoria al con una combinazione devastante, prima con il diretto, poi con il montante.
La Torre è molto contrariato per lo stop, dichiara di essere stato colpito da due . Mini mantiene la cintura di campione.

Pesi welter (170 lbs): Giorgio Pietrini batte Bartłomiej Kurczewski al 4:28 del 2o round via TKO

Primo round: Match controllato da Pietrini che porta l’avversario a terra e agisce con il ground e pound dal side control con gomitate potenti.
Secondo round: Pietrini è in controllo completo, colpisce con un diretto destro l’avversario che subisce il colpo e va a giù, Pietrini lo finisce a terra.

Pesi medi (185 lbs)Pietro Penini b. Leonard “Oaca” Niculae a 1:52 del 1o round per arm bar

Penini parte forte, il suo pugilato è non soltanto efficace, ma anche talvolta aggraziato.
E’ così in controllo che è forse avere un eccesso di confidenza che porta un suo leg kick ad essere intercettato e a costringerlo schiena a terra. Penini però non ha soltanto nello striking le sue armi e dopo una situazione di difficoltà a terra dove subisce qualche colpo, ribalta la situazione e con un armbar finalizza l’avversario.

Catchweight (168 lbs): Stefano Paternò b. Danilo Belluardo nel 2o round per TKO

Primo round: Dopo un inizio nel quale Belluardo porta delle gomitate il match finisce a terra. Belluardo mette qualche buon colpo, ma dopo un po’ l’azione torna in piedi perchè l’arbitro la interrompe per inattività.

Secondo round: Belluardo traova il takedown e come nel primo round dopo qualche colpo l’arbitro riporta l’incontro in piedi per mancanza di azione.
Poi un lampo di Paternò, la sua offensiva è furiosa. Il KO è tremendo.

Pesi welter (170 lbs)Angelo Rubino b. Andrea Fusi a 1:33 del 2o round per TKO

Primo round: Match che si sviluppa a parete senza che i due fighter portino colpi veramente importanti. Quando invece si va sullo striking entrambi mostrano le cose migliori. Rubino sembra essere più convincente nel mettere a segno i colpi più efficaci.

Secondo round: Inizia bene Fusi con un paio di colpi, Rubino non indietreggia e porta a terra al’avversario. Il ground e pound da posizione dominante è efficace e l’arbitro stoppa l’incontro.

Pesi welter (170 lbs)Carlo Pedersoli Jr b. Matteo Capaccioli a 2:25 del 1o round per TKO

Match controllato a terra da Pedersoli che dopo un atterramento finalizza l’avversario con il ground e pound furioso. Altra prova sontuosa per uno dei talenti più cristallini del panorama italiano.

Pesi leggeri (155 lbs)Mattia Galbiati b.  Gianmarco Gherla per decisione non unanime (29-28, 28-29, 29-28)

Match molto equilibrato deciso dai takedown di Galbiati.

Primo round che si sviluppa in piedi. Gherla e Galbiati scambiano senza esitazioni, con il bolognese che però va a bersaglio con maggiore frequenza.

Secondo round: Anche nel secondo round il match continua ad essere combattuto dallo stand up. Entrambi portano colpi, nel finale Galbiati porta a terra l’avversario e prova con il ground e pound con buona efficacia.

Terzo round: Terzo round sempre caratterizzato dallo striking con un finale nel quale Galbiati porta a terra Gherla. E’ il round più equilibrato nel quale è difficile trovare un vero vincitore. Ne escono bene entrambi con una prova più che convincente.

Oltre alla card dei pro, si sono svolti nel pomeriggio 5 match tra dilettanti, questi i risultati:

Pesi WelterDimitru Girlean b. Daniil Liichi  2:30 del 2o round ghigliottina

Catchweight 148lbs Andrey Burlaka b. Christian Prosperini 2:52 del 3o round via squalifica

Pesi Medi –  Matteo Millefanti b. Gianmarco Bifernino a 1:55 del 3o round via TKO

Pesi Piuma – Alessandro Vannoni b.  Paolo Podda a 1:59 del 1o round via ghigliottina

Pesi PiumaAlessio De Gianni b. Giulio Bonfanti  a 1:46 del 3o round via TKO

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *