Il futuro nei loro pugni: Est-Europa

I migliori talenti emergenti dell’est europa

Sultan Aliev (14-2) Country

Anni 32, Russia, peso Welter, Record UFC 1-1

Risultati immagini per Sultan Aliev

Si allena all’American Top Team, è un fighter monodimensionale, ma un wrestler devastante com’è tradizione nei prodotti del Dagestan, ha dominato Bojan Velickovic con tanto controllo dalla top position, dimostrando una forza fisica straordinaria, ma forse non troppa incisività quando si trova in posizione dominante ad un ottimo BJJ come quello del serbo. Solidissimo a terra, è invece piuttosto limitato in piedi come dimostra il KO nettissimo subito all’esordio da Kenny Robertson. Non è giovanissimo, però il chilometrraggio limitato della sua carriera gli permetterà probabilmente di disputare ancora diversi incontri.

 

Bojan Velickovic (15-4) Country

Anni 28, “The Sebian Steel”, peso Welter, record UFC  2-2-1

Mi piace davvero molto questo fighter, guardia mancina, dinamico, veloce, è dotato di un BJJ di alto livello, un ottimo uso dei leg kick e un footwork molto interessante.
Lo abbiamo visto all’esordio contro Di Chirico e abbiamo potuto “apprezzare” quanto sia pericoloso schiena a terra al termine del secondo round con quell’armbar che stava per chiudere il match, ma dovette fare i conti con la durezza soprattutto mentale del nostro connazionale. E’ poi sceso nella sua categoria di peso abituale, ovvero quella dei pesi Welter pareggiando contro un wrestler davvero ostico come Michael Graves palesando ancora una volta un ottima difesa alle sottomissioni e uno striking tecnico, con buonissimi calci sia al corpo che alle gambe. Contro Sultan Aliev, nel Dicembre 2016, non è riuscito ad arginare i takedown ed il conseguente controllo del russo pur muovendosi bene schiena a terra e contrapponendo una guardia attiva a tratti efficace.

Il 28 Maggio 2017 incontra un fighter ostico come Nicholas Musoke e dopo aver limitato alla perfezione il suo grappling, mostrando anche qualche miglioramento significativo nella difesa agli atterramenti ma soprattutto mettendo in luce il suo striking anomalo e fantasioso, confermando i suoi ottimi calci alle gambe, la sua eccelsa gestione delle distanze, un uso sapiente del jab e nella terza ripresa, con un potentissimo gancio destro d’incontro stordisce Musoke dando inzio ad una danza che si conclude con un ground and pound vincente.

Il 2 Settembre 2017 incontra a Rotterdam uno strepitoso Darren Till e soffre la potenza combinata alla pulizia dei suoi colpi, arranca, ma dimostra grande durezza mentale e anche nella sconfitta fa emergere le sue qualità come i leg kick insistenti e il pericoloso counterstriking. Duttile e talentuoso è destinato ad una lunga permanenza in UFC.

 

Misha Cirkunov (13-3) Country

anni 30, peso massimo leggero, Record UFC 4-1

Misha Chirkunov.jpg

Sempre che si possa ancora parlare di prospetto perché Misha Chircunov ha già fatto vedere cose importanti.

Contro Ion Cutelaba ha fatto valere alla lunga la caratura tecnica superiore del suo striking per poi finalizzare in un istante con una splendida Arm-Triangle Choke e in fine contro Nikita Krylov, la sua prova più esaltante contro l’allora numero 8 del ranking. Dopo un primo round molto combattuto con fasi di striking  varie transizioni a terra di pregevole fattura che sembravano stabilire un certo equilibrio è stato Chircunov verso la fine del primo round a farsi sentire con colpi pesantissimi sui quali Krylov è andato prima knokdown per poi diventare facile presa della sua ghigliottina che ha chiuso l’incontro.

Completissimo, forte fisicamente, è cintura nera di Judo e di BJJ background che fa valere con una certa padronanza viste le tre sottomissioni negli ultimi quattro incontri e le sette totali in carriera, ma è sorretto anche da uno striking solido, molto attento difensivamente è a tratti devastante offensivamente con le sue mani pesanti (quattro KO compreso quello dell’esordio UFC).

Nel suo ultimo match contro Volkan Oezdemir si è fatto sorpendere da un diretto che lo ha messo KO dopo solo 22 secondi. Uno scivolone che a mio avviso non lo ridimensiona, a mio parere resta il miglior prospetto dei pesi massimi-leggeri.

 GIF

Ion Cutelaba (13-3) Country

23 anni, peso massimo-leggero, “The Hulk”, Record UFC 2-2

ion-cutelaba-93016-us-news-ftr_1knkszy6xktsx1l1xccy2cxvfl

Per il moldavo 9 KO in 12 match da professionista, mani pesantissime, ottimo clinch, furente ground and pound e uno stile tutto votato al KO. Paradossalmente è proprio questa ricerca ossessiva alla finalizazione che lo porta a gestire male le energie e a soffrire fighter più tecnici e in controllo di lui. In particolare nel match contro Cannonier ha accusato molto il calo a livello di cardio ed ha finito stremato il match.

 GIF

Nel Match dell’11 Giugno 2017 contro Henrique da Silva ci ha messo 22 secondi a sbarazzarsi del suo avversario con una combinazione violentissima.
Ha una potenza da KO impressionate, è estremamente aggressivo e spettacolare, può puntare in alto.

Mirsad Bektic (11-1) bosnia

26 anni, peso piuma, Recor UFC 4-1

Mirsad bektic foto

Nonostante l’ultima sconfitta contro Darren “The demage” Elkins o meglio anche nella sconfitta ha comunque imprerssionato il ventiseienne di origini slave, wrestler d’elite con un ground and pound furioso e grande forza fisica. Dovrà migliorare qualcosa a livello di striking (in particolare la guardia), ma sopratutto dovrà imparare a gestire meglio le energie, però ha qualità che legittimano grandi ambizioni. Quattro vitorie su cinque match per lui impreziosite da un TKO ai danni di Lucas Martins demolito di colpi dalla posizione dominante e da una Rean Naked Choke al primo round su Russel Doane.

bektic

Magomed Mustafaev (13-2) Country

Anni 28, peso leggero, Record UFC 2-1

Questa volta uno striker con mani davvero pesanti. Mustafaev è un buonissimo pugile che fa della potenza dei suoi colpi una delle sue doti migliori, ma è dotato anche di mani molto veloci e di calci molto esplosivi. E’ molto forte anche nella dirty boxe, una sua gomitata a parete ha costretto il medico a interrompere l’incontro contro Piotr Allmann, mentre ha schiantato Joe Proctor al primo round con ginocchiate pesantissime da clinch. Schiena a terra mostra ancora qualche limite, è stato sovrastato da Kevin Lee, però è uno striker talentuoso e molto pericoloso.

Mustaef

Islam Makhacev (14-1) Country

Anni 25, peso leggero, Record UFC 3-1

007_Islam_Makhachev.0.0

Solito trattore del Dagestan, fisicamente devastante, potente, ha letteralmente annichilito un grappler come Nick Lentz sovrastandolo dall’inizio alla fine dell’incontro imponendogli 11:40 di controllo e convincendo due giudici ad impreziosire la sua vittoria con un rotondo 30-25. Assomiglia, come era facile pensare al prodotto del Dagestan più noto Khabib Nurmagomedov anche per la pressione che emana il suo wrestling. Ha dimostrato contro Chris Wade anche di essere abilissimo ad “uscire” da sottomissioni e situazioni molto complesse (nella GIF possiamo osservare con quanta facilità riesca a sfuggire alla Full mount). A livello di striking è potente, ma ha limiti sopratutto difensivi messi in risalto dal KO devastante subito da Adriano Martins e dovrà cercare di evolversi, ma resta un prospetto davvero molto promettente.

 GIF

Zabit Magomedsharipov (13-1)

Peso piuma- anni 26 -Record UFC 1-0

Risultati immagini per Zabit Magomedsharipov (13-1)

L’esordio clamoroso contro Mike Santiago ha acceso subito i riflettori su questo Dagestano atipico e sul suo straordinario talento. Spinning back kick e spinning high kick eseguiti alla velocità della luce, addirittura uno Showtime kick, front kick, calci saltati e una miriade di colpi sempre differenti lo rendono un fighter incredibilmente creativo.
E’ bravissimo anche pugilisticamente, i suoi colpi sono molto precisi, la sua guardia è attenta e ottima la gestione delle distanze, ma è pur sempre un dagestano e infatti ha chiuso l’incontro nel secondo round con una Rear Naked-Choke per tenere fede alla sua provenienza. Non avevo mai visto un fighter proveniente dal Dagestan così estroso a livello di striking, è un fighter estremamente interessante che potrebbe davvero fare cose importanti.

Mairbek Taisumov (26-5)

Pesi leggeri – Anni 29 – Record UFC 6-1

Striker davvero di altissimo livello caratterizzato da leg kick eccezionalmente potenti, notevoli calci al corpo anche nella versione spinning back kick e mani pesantissime come confermano i cinque KO/TKO consecutivi che lo stanno lanciando in modo sempre più irrefrenabile ai vertici della classifica dei pesi leggeri.
Dopo l’esordio vincente contro Tae Hyun Bang era stato fermato dal wrestling molto efficace di Michel Prazeres, dopodiché ha inflitto un KO immediato con un diretto destro impressionante ai danni di Marcin Bandel, ha schiantato con un fulmineo ground and pound all’inizio della seconda ripresa dopo averlo strapazzato nella prima Anthony Christodoulou, ha mandato TKO sempre alla seconda ripresa Alan Patrick dopo aver arginato alla perfezione il suo wrestling, ha demolito Damir Hadzovic prima con delle combinazioni jab diretto potenti culminate con un poderoso montante da KO e infine ha mandato a dormire Felipe Silva al primo colpo con un counter terrificante.

E’ un fighter pericolosissimo e in netta crescita, ha vinto tre Performance of the night consecutive e ha ottenuto ben 5 finalizzazioni per KO/TKO 3 delle quali alla prima ripresa (le altre due alla seconda), anche il suo grappling difensivo è apparso evoluto e nelle ultime uscite ha palesato un talento fuori dal comune. Può fare grandi cose.

Alexander Volkov (29-6)

Peso massimo, anni 29, “Drago”, Record UFC 3-0

Risultati immagini per alexander volkov

Dopo una vittoria sofferta con il tignoso Timothy Johnson e una più convincente con Roy Nelson in caduta libera, ha offerto una prestazione ben più convincente contro Stefan Struve. Dopo aver sofferto un po’ nella prima ripresa il russo si è scatenato nelle due successive andando a segno a ripetizione con il jab, che Volkov usa molto bene, ma anche con il diretto. E’ un fighter solido, con una buona gestione delle distanze e un fisico da atleta (che per i pesi massimi non è una cosa tanto comune), ha un ottimo allungo e difensivamente è solido in tutte le fasi. Non ha forse il colpo da KO, ma è tecnico a livello pugilistico e la sua frequenza di colpi è molto alta. Forse non avrà mai ambizioni titolate, ma un fighter tecnico e apprezzabile dal punto di vista stilistico è merce rara nella categoria meno valida di tutto il roster

Ultimo aggiornamento 04/09/2017

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *