Top 5 counterstriker

Chi sono i cinque migliori  counterstriker del roster UFC?

5.Valentina Shevchenko

Fenomenale counterstriker, ha fondato su questo la sua vittoria su Holly Holm che fino a quel momento era considerata a sua volta la migliore in questo campo, ma anche contro Amanda Nunes, nonostante la controversa sconfitta aveva avuto buon gioco.
Footwork rapido e costante, precisione millimetrica dei colpi e pulizia tecnica eccezionale.

 

4. Tyron Woodley

Woodley è un colpitore d’incontro molto sottovalutato: ottimo timing e mani di pietra fanno di lui invece un counterstriker d’élite.

La potenza con la quale ha messo KO Josh Koscheck con questo colpo d’incontro è impressionante. Un altro fighter che è stato messo in grande difficoltà dai suoi colpi d’incontro è stato Carlos Condit, raramente visto così a disagio prima d’infortunarsi.

https://media.giphy.com/media/1j4lvfwgbwVRm/giphy.gif

3. Lyoto Machida

Lyoto con la sua clamorosa pulizia tecnica, la sua elusività, il suo footwork, la sua bassa frequenza di colpi e la sua capacità di mettere KO i suoi avversari con un singolo gesto è un maestro del colpo d’incontro.

La precisione del colpo e il perfetto tempismo, il suo stile che viene dal Karate fa si che il brasiliano si estenda molto sui colpi rendendoli ancor più pesanti.

Qui osserviamo come incrocia alla perfezione il leg kick di Jones e parte in una delle sue epiche sequenza di colpi, sulle quali JJ vacilla.

Infine qui il TKO su Ryan Bader che irretito dal fatto di non essere mai andato praticamente a bersaglio si immola in un offensiva piuttosto sconsiderata e viene punito quasi con ovvietà.

2. Anderson Silva

The Spider sembrava e talvolta sembra irreale per la sua elusività fatto di movimenti di corpo fluidi, meravigliosi, liquidi. Qui si prende gioco di Forrest Griffin

Qui scherza con Stephen Bonnar a UFC 153, la sua tranquillità è quasi imbarazzante, poi lo colpisce quasi svogliato da tanta semplicità…

Qui lo vediamo all’esordio contro Chris Leben che parte con la solità iper aggressività inconsapeavole che quello che ha di fronte diverrà il più grande di sempre.

 

Conor McGregor

Il più grande counterstriker della Storia delle MMA viene dall’Irlanda, può schivare  e colpire in tutti i modi: con il fade and counter sia schivando spostando il corpo all’indietro, ossia con un back fade come vediamo qui sotto contro Nate Diaz…

…oppure con un side fade ovvero spostando lateralmente la testa (nella GIF sempre contro Nate Diaz nel loro secondo match). Sembra scomparire per un attimo Conor e quando riappare il missile sinistro è già partito.

Qui ancora  schivando con un movimento da un lato quasi impercettibile …

Qui ancora uno spostamento di pochi centimetri è sufficente per mandare Alvarez fuori misura. La potenza dei colpi, la precisione chirurgica, il timing esatto li rendono devastanti.

giphy (4)

Scappando all’indietro con uno skip back grazie al suo fenomenale footwork per poi contrattacccare.

Infine colpendo mentre è in arretramento come è nel caso del colpo d’incontro che più di ogni altro ha fatto la Storia.

conor-sdraia-aldo

Menzioni speciali

Cody Garbrandt

Abbiamo scoperto quanto fosse fenomenale il suo counterstriking praticamente nel match contro Dominick Cruz in quanto prima di quel match erano stati i ganci in avanzamento la sua specialità. Movimenti di corpo strepitosi e un footwork estremamente moderno lo rendono un bersaglio difficile da colpire; il timing e la precsione delle sue mani lo rendono pericolosissimo quando viene attaccato.

https://media.giphy.com/media/rQSXyTYIzj0e4/giphy.gif

Inoltre Cody può puntare sulla potenza dei suoi colpi, nei pesi gallo nessuno ha la sua potenza.

Non dimentichiamo Darren Till, davvero fantastico a livello di counterstriking, un connubio di timing e potenza che potrebbe presto garantirgli un  poisto in questa speciale classifica.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *